Telescrittura Medianica

Telescrittura Medianica

Facebooktwitterlinkedinby feather

telescrittura

 

Che cos’è la telescrittura? Quando utilizzarla? Perché eseguirla?
Tutti quanti noi, chi più chi meno, abbiamo perso una o più persone care e spesso ci capita di pensarle intensamente, magari con il passar degli anni avevamo stretto un bellissimo rapporto con loro e che purtroppo con la morte tutto si è dissolto in modo repentino e radicale.
Ci capita spesso di farci delle domande del tipo: “Chissà se mi è accanto?” Oppure “Mi proteggerà?” “Quanto vorrei parlargli, mi manca il dialogo..”
La telescrittura serve proprio a questo: contattare chi abbiamo perduto e comunicare con lui o con lei nell’aldilà , capire in quale realtà si trova ed avere delle risposte sulla nostra vita.
Non è affatto una divinazione od un oracolo, ne una seduta spiritica ma un vero e proprio contatto extrasensoriale tramite la scrittura.
Come si esegue questo contatto?
È chiaro che non potete farlo da soli, per fare ciò occorre avere facoltà medianiche, sensitive ed extrasensoriali, non è un gioco, assolutamente, è una cosa molto seria.
Per prima cosa io mi procurerò un po’ di fogli bianchi ed una penna, nel frattempo voi mi fornirete una foto della persona che vi interessa contattare, il suo nome e cognome e la sua data di nascita e di morte.
Una volta avuti questi elementi, mi collego con la mia entità e la mano comincia ad andare da sola e a scrivere, per questo si chiama scrittura automatica, la mano va e ci si tuffa nell’altra dimensione. Inizio la seduta con la massima irrazionalità  e senza alcun ragionamento a scrivere frasi, simboli di varia natura, disegni e quant’altro, finché il defunto vorrà comunicare la mia mano e la mia penna non si fermeranno mai.
Mi è capitato a volte di scrivere su tanti e tanti fogli, proprio perché il defunto aveva bisogno di interagire con il mio richiedente, a volte invece ho scritto molto poco ed a volta nulla.
Come potete immaginare, non sempre i nostri cari defunti desiderano parlare con noi e non essendo, come ho scritto prima una divinazione, il silenzio loro dobbiamo metterlo in preventivo. Non sempre si possono avere delle risposte da loro ne sul nostro presente, ne sul nostro futuro, ma quando lo desiderano ci fanno capire e sentire la loro presenza.
Di telescritture ne ho eseguite tante, tante persone si sono commosse dall’emozione provata in quel momento, dalla unicità di quell’istante, da questa esperienza meravigliosa ed irripetibile e dalle frasi che sono sortite.
Una raccomandazione: non pratico la telescrittura a comando, se non mi sento in quel momento, non posso aiutarvi; solo se sento di farlo lo farò e vi aiuterò altrimenti dovete attendere che io sia pronto, anche perché ho bisogno di una notevole concentrazione, stare lontano da rumori o suoni di qualsiasi tipo, sentirmi bene fisicamente ed infine vedere se la persona defunta vuole contattarci, altrimenti è tutto inutile.
Se avete perso un vostro caro e desiderate ottenere un suo contatto, eseguendo così la telescrittura, chiamatemi, proviamo a vedere se è possibile eseguire tutto questo ed eventualmente procedere per poter soddisfare la vostra richiesta.

Facebooktwitterlinkedinrssyoutubeby feather
Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Free Google Page Rank

Paste your AdWords Remarketing code here