Categorie
Astrologia

Il Tema Natale

Facebooktwitterlinkedinby feather

 

temanatale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il tema natale o anche chiamata carta del cielo non è altro che la posizione dei nostri pianeti al momento della nascita.
Non basta conoscere solamente il nostro segno solare ed il nostro ascendente per avere delle indicazioni astrologiche; il nostro cielo di nascita è composto da dieci pianeti:

Sole, Luna,Mercurio,Venere,Marte,Giove,Saturno,Urano,Nettuno,Plutone più i nodi lunari nord e sud.
A cosa serve eseguire un tema natale e cosa occorre per poterlo redigere?

Innanzitutto per poter redigere il nostro quadro astrale occorre conoscere, oltre che la nostra data di nascita, anche l’orario preciso ed il luogo; una volta avuti questi elementi si può avere davanti ” l’impronta digitale” del soggetto.
La chiamo impronta digitale perché ogni persona ha un proprio quadro astrale differente, anche due gemelli nati nello stesso luogo e con la stessa data di nascita, variando l’orario, avranno due oroscopi simili ma non uguali.
Il tema natale serve ad avere delle delucidazioni sul carattere del soggetto, conoscere i suoi pregi e i suoi difetti ma anche capire quali possono essere le sue predisposizioni in campo sentimentale e professionale, i suoi punti deboli, le sue inclinazioni artistiche ed il lato oscuro del suo carattere.

In passato lo stesso Jung, psicologo e psicoterapeuta, grosso studioso di astrologia ed archetipi, primi di iniziare una seduta psicoanalitica con il paziente, elaborava il proprio tema natale per avere già una valida indicazione del suo carattere e delle sue inclinazioni, per poi procedere con la terapia psicologica.

Capire chi abbiamo davanti è la base di un tema natale ma non basta, si possono dare delle grandi indicazioni sul nostro destino attraverso i transiti, ossia i pianeti che periodicamente passano sui nostri formando degli aspetti: congiunzione,sestile,quadrato,opposizione.
In base a questo si può vedere quale sarà il futuro di ognuno di noi, vedere se ci potrà essere fortuna nell’individuo, successo economico, separazioni o divorzi, problemi con i figli, spostamenti di città e così via.

Ci si rivolge ad un astrologo per capire quali sono i tempi per poter progettare qualcosa, quali sono i mesi invece da poter evitare un’iniziativa o quando rimanere fermi per non sbagliare.

Fondamentali sono anche i transiti nelle nostre 12 case astrologiche per vedere ad esempio se una società di lavoro può andare in porto, il rapporto con i nostri genitori, i grandi viaggi, le eredità e la realizzazione personale.

I miei clienti sanno che prima di passare ad un consulto di cartomanzia, devo necessariamente controllare il vostro oroscopo o tema natale per poter capire cosa vi sta succedendo, se il periodo che state vivendo potrà portare buoni risultati e se i pianeti possono aiutarvi in un’impresa.

Mi è accaduto tantissime volte di controllare e confrontare due oroscopi di due persone diverse per vedere se tra loro può esserci compatibilità affettiva o lavorativa, forte attrazione o forte repulsione o se una coppia di fidanzati potrà durare nel tempo.

Ricordate nell’antichità quante volte, attraverso l’osservazione del movimento dei pianeti, si davano indicazioni generali sul destino di una persona?

È riduttivo definire l’astrologia solo come una disciplina e non come una scienza! È esattamente l’opposto.

 

Facebooktwitterlinkedinrssyoutubeby feather

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *